Come iniziare a rilanciare il tuo sito Web senza influire sulla SEO?

Al giorno d’oggi, il passaggio a un’esperienza di sito Web reattiva e incentrata su UX è stata la norma poiché i siti Web cambiano continuamente per soddisfare le esigenze dei consumatori.


Il rilancio del tuo sito web non coinvolge solo il team di progettazione, ma devi essere consapevole del tuo anche l’architettura del sito.

Durante il riavvio, ricorda che ci sono molti aspetti del tuo sito Web che devono essere coperti, altrimenti rischi di perdere tutti gli sforzi che hai già investito sul sito prima della riprogettazione.

Come il più grande motore di ricerca del mondo, Google aggiorna continuamente i suoi algoritmi per restringere i risultati della ricerca per offrire solo il meglio ai propri utenti.

Sono finiti i vecchi tempi in cui la manipolazione può davvero ottenere il posizionamento del tuo sito Web; al giorno d’oggi, Google ha stabilito un elenco rigoroso di fattori di classificazione che devi rispettare per classificare il tuo sito Web tra i milioni di altri siti in lizza per la prima posizione.

In questo articolo, ti guideremo su come avere un rilancio riuscito del tuo sito web senza incasinare le classifiche attuali.

Il minimo che vogliamo che accada è che il tuo sito web non viene mostrato per ricerche organiche o che perde tutta l’autorità che hai acquisito in passato.

Ecco i passaggi che è necessario adottare per garantire un riavvio senza urti per il tuo sito Web senza danneggiare il SEO del tuo sito Web:

Esegui un audit del sito e pianifica i tuoi reindirizzamenti 301

Si consiglia di eseguire un audit del sito prima di reindirizzare una pagina a un’altra. Non dovrebbe essere affrettato e dovrebbe essere pianificato a fondo.

  • Comprendi le tue priorità ed esegui un audit del sito su qual è la tecnica più applicabile per quella pagina. A volte sarà sufficiente un canonico invece di usare i 301.
  • Il controllo del tuo sito Web è un’opportunità per controllare ogni angolo del tuo sito Web, assicurandoti di non perdere nessuna pagina che attiri traffico o autorità di collegamento per il tuo sito Web. Non vogliamo creare ricorrenze che incasineranno l’architettura del sito.
  • Con un controllo, puoi correggere gli errori precedenti, aggiungere contenuti a pagine con contenuti sottili per evitare altre penalità e persino ridurre il carico di lavoro che passa attraverso il sito ancora e ancora.
  • Assicurati di ottenere uno strumento affidabile per strisciando il sito Web per essere in grado di coprire tutte le pagine e persino organizzare l’architettura del sito in una gerarchia più logica.
  • Cerca pagine con molti backlink – vorrai preservare l’equità del backlink individuando correttamente il reindirizzamento alla pagina appropriata.
  • Per le tue landing page primarie, assicurati che tali pagine abbiano nuove pagine proprie e vengano reindirizzate in modo appropriato.
  • Sulla gestione dei reindirizzamenti, ti consigliamo di preparare un foglio di calcolo che indichi quale URL reindirizza a un altro.

Evita le penalità con i Meta Robot

Un nuovo sito Web può essere soggetto a contenuti duplicati. Se stai eseguendo una riprogettazione importante, non desideri che i tuoi contenuti vengano contrassegnati come duplicati con i tuoi contenuti.

Quali sono le cose che puoi fare per evitare di essere penalizzato? Prendi nota di questi passaggi:

  • Utilizzare il tag noindex sul sito Web di sviluppo per evitare di essere contrassegnato come duplicato. Il metatag noindex indicherà ai robot dei motori di ricerca che queste pagine non sono destinate alla scansione e non devono essere indicizzate dai motori di ricerca. Ciò assicurerà che i tuoi contenuti non vengano contrassegnati come duplicati.
  • D’altra parte, per gli utenti di WordPress, puoi andare al pannello di amministrazione e dichiarare l’intero sito di sviluppo come “noindex”.

Fallo in parti: lavora su ogni sottopagina

Fare un rilancio, soprattutto se stai lavorando su un ampio sito Web con più contenuti o sito di e-commerce, sarà un compito considerevole da gestire.

La tendenza è che potresti perdere alcune parti del sito Web, quindi ti consigliamo di impostare un foglio di calcolo, dividendo il sito per sottodominio o per categorie di pagine.

In questo modo, non ci sarà alcun conflitto quando si tratta di reindirizzare gli URL da quelli vecchi a quelli nuovi. Dopo aver impostato i reindirizzamenti, consenti a Google di eseguire la scansione del tuo sito Web prima di procedere con un altro batch.

Ora che hai finito di impostare i reindirizzamenti esegui una nuova scansione del sito Web e controlla se i risultati sono gli stessi con il tuo piano di esecuzione.

Non dimenticare di aggiornare la tua Sitemap

Ora che hai eseguito correttamente i reindirizzamenti, non dimenticare di aggiornare la tua Sitemap. Ti consigliamo di creare una sitemap per diversi tipi di contenuti sul tuo sito web. Con questo, manterrà il tuo sito Web adeguatamente strutturato.

Dopo aver aggiunto i nuovi URL e rimosso i vecchi URL nella Sitemap, assicurati di aver impostato correttamente la Sitemap tramite il tuo robots.txt, la Google Search Console o altri strumenti per i webmaster che utilizzi per gestire il tuo sito.

Non dimenticare di rimuovere la vecchia Sitemap che hai, sia nella Search Console che nel back-end.

La semplice rimozione di una Sitemap dalla Search Console non la rende “non leggibile” per Google: è necessario modificare il file robots.txt e includere anche la versione aggiornata della Sitemap.

Utilizzare l’abbonamento e-mail

D’altra parte, prima di chiudere il tuo sito web per un cartello in costruzione, avresti dovuto cogliere l’occasione per raccogliere e-mail per raggiungere i tuoi potenziali clienti anche se hai chiuso il tuo sito.

Una volta lanciato il tuo sito Web, è il momento di invia un’email ai tuoi abbonati esistenti e ai tuoi nuovi abbonati per informarli del riavvio del tuo sito web.

E-commerce può beneficiare della divulgazione via email in quanto ciò può rinnovare l’interesse dell’acquirente da parte sua. Se hai dei vantaggi da offrire come un buono sconto di bentornato, è il momento di sfruttarlo al meglio.

D’altra parte, è meglio creare una nuova offerta di cui le persone possano beneficiare. Prendi in considerazione l’invio di un accesso o privilegio esclusivo ad alcuni dei tuoi contenuti premium per attirare il tuo mercato di riferimento.

Contenuti come white paper, brochure, cheat sheet e video possono attirare clienti vecchi e nuovi sul tuo sito web.

Collega i tuoi account sui social media

Dopo aver riavviato il tuo sito Web, utilizza tutti i canali di social media che devi annunciare il tuo riavvio. Inoltre, cogli l’opportunità di aggiornare l’indirizzo del tuo sito Web, se necessario.

Torna ai tuoi post e controlla quali sono i post che coinvolgono maggiormente. Assicurati che questi post vengano modificati e inseriti nel nuovo link per evitare 404 secondi. Questa è la tua occasione per sfruttare il tuo nuovo sito Web attraverso i social media.

Non solo aiuta a migliorare il traffico verso il tuo sito, ma stabilisce anche il tuo marchio online.

Il rilancio di un sito Web aiuta a migliorare l’esperienza dell’utente. Pertanto ci si può aspettare la consapevolezza e la fidelizzazione del marchio.

Tuttavia, il rilancio del tuo sito Web non dovrebbe essere trattato come un ripristino dei tuoi sforzi, ma dovrebbe essere trattato come una continuazione e un grande trampolino di lancio verso un maggiore interesse da parte del pubblico scelto.

Assicurati che tutti i tuoi sforzi di marketing, siano essi SEO o social, non vengano sprecati a causa di un lancio fallito e non gestito.

TAGS:

  • SEO

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map