8 migliori strumenti di backlink per ravvivare la tua strategia SEO

Prendi un pennarello, vai sulla lavagna e aggiungi un’attività prioritaria giornaliera: “Controlla, monitora e crea backlink!” Dopo un periodo di evasione dell’ordine ogni mattina immediatamente dopo la tua prima tazza di caffè, vedrai i risultati sotto forma di orde di nuovi visitatori che arrivano sul tuo sito web.


Se possiedi o gestisci un sito Web, devi disporre di una strategia SEO che spinga le tue pagine in cima alle SERP. (Se non capisci nessuno di questi acronimi, probabilmente dovresti leggere un introduzione al SEO prima di leggere il resto di questo articolo.)

La tua strategia SEO dovrebbe avere come priorità numero uno la creazione di contenuti eccellenti e originali. E la seconda priorità dovrebbe avere una grande strategia di costruzione di link che ti porti molti link che puntano alle tue pagine, cioè backlink.

Perché i backlink sono così rilevanti?

I motori di ricerca preferiscono le pagine Web autorevoli per ogni parola chiave cercata. Ciò significa che quelle pagine compaiono nei primi posti nelle SERP per quelle parole chiave o, ancora meglio, sono collocate all’interno di frammenti in primo piano, che praticamente garantisce migliaia di visitatori ogni giorno.

Per essere considerata autorevole da un motore di ricerca, la pagina web deve soddisfare alcune condizioni. Uno di questi è avere il maggior numero possibile di backlink.

Ormai probabilmente stai pensando “bene, è facile, posso inserire molti link alla mia pagina in altre pagine che possiedo e risolvere il problema”. Nah-ah. Mi dispiace, ma non è così semplice. Non hai solo bisogno di link, hai bisogno di backlink di alta qualità.

Vedi, non tutti i collegamenti sono uguali quando si tratta di punteggio SERP. Esistono buoni collegamenti, ovvero collegamenti che provengono da altre pagine autorevoli per le stesse parole chiave. Questi saliranno alle stelle le tue posizioni SERP. E poi ci sono collegamenti errati, chiamati anche collegamenti tossici. Dovresti evitare o sbarazzartene perché potrebbero annullare tutti i tuoi sforzi SEO.

Un backlink può essere considerato tossico per molti motivi, ma tutti puntano allo stesso concetto: un backlink è tossico quando non è autentico. Un collegamento tossico può essere completamente artificiale, ad esempio, se è inserito in una pagina piena di collegamenti a pagine non correlate con contenuti ancora più non correlati. Potrebbe essere un backlink a pagamento, e i motori di ricerca lo odiano. Anche tutti i collegamenti in siti Web non sicuri o in pagine di bassa reputazione sono considerati tossici.

Strategie di link building

Fondamentalmente, qualsiasi strategia di costruzione di collegamenti si riduce alla stessa idea: generare collegamenti al tuo sito su siti autorevoli che non possiedi. Ti stai chiedendo come puoi farlo? Bene, prima di tutto, dovresti sapere che non è facile. Devi scoprire opportunità difficili da trovare, tenendo conto del fatto che i tuoi concorrenti stanno facendo lo stesso.

Quindi, ciò di cui hai bisogno sono buoni strumenti per rivelare tali opportunità. Pensa alla corsa all’oro: i minatori con le migliori scelte e le pale hanno avuto le migliori opportunità di trovare pepite d’oro. Parleremo di strumenti più avanti; per prima cosa, esaminiamo alcuni suggerimenti per i quali è possibile utilizzare gli strumenti.

Prima di tutto, escludi le ovvie idee di backlink. Sì, puoi inserire un commento su un post di blog, aggiungendo un link al tuo sito Web ed è possibile che quel link ti porti alcuni visitatori. Ma è probabile che non trasporteranno i motori di ricerca delle informazioni SERP in considerazione per aumentare (o ridurre) le tue classifiche. La maggior parte di questi link facili da pubblicare sono creati con l’attributo “nofollow”, che in sostanza suggerisce ai motori di ricerca di eliminare tutte le informazioni SERP prima di scansionarle.

non seguire“È uno dei quattro attributi che possono essere aggiunti a un link per guidare i motori di ricerca su cosa fare con quel link. C’è anche l’impostazione predefinita “Segui“, Che è l’opposto: suggerisce che i motori di ricerca trasportano le informazioni SERP durante la scansione di quel collegamento.

Ci sono altri due attributi: “UGC” e “sponsorizzato“.

UGC significa contenuto generato dall’utente e potrebbe essere utilizzato per contrassegnare i collegamenti inseriti nel contenuto generato dagli utenti di un sito Web. Ad esempio, pubblica commenti o voci nel forum. Infine, “sponsorizzato” viene utilizzato per contrassegnare i collegamenti creati come pubblicità, sponsorizzazione o qualsiasi altro accordo di compensazione.

Cappelli bianchi e cappelli neri

Quando parli di tattiche di costruzione di link facili (o automatizzate), sentirai parlare delle tecniche del “cappello bianco” e delle tecniche del “cappello nero”. Come probabilmente hai già immaginato, il cappello bianco è buono e il cappello nero è cattivo. Black hat si riferisce a trucchi che potrebbero essere pericolosi per il tuo SEO perché ai motori di ricerca non piacciono e se scoprono che li stai usando, le tue classifiche SERP potrebbero fare un tuffo in fondo ai risultati di ricerca.

Quindi, vediamo alcune tecniche di cappello bianco. La tua prima priorità in questa materia dovrebbe essere quella di lavorare sul tuo raggio di azione. È necessario identificare i potenziali siti Web che potrebbero trarre vantaggio inserendo un collegamento al proprio sito sul proprio, ottenere le informazioni di contatto e inviare loro messaggi che chiedono loro di collegarsi al sito. Ma non è necessario navigare in modo casuale per vedere a chi inviare tali email. Lo strumento giusto ti mostrerà i siti con le maggiori possibilità di accettare le tue proposte di collegamento.

Il blog degli ospiti è una tattica di vecchia scuola che funziona abbastanza bene. Devi offrire ai blogger di scrivere un post per i loro blog, con il tuo nome e un link al tuo sito su di esso. Ci sono molti blog che accolgono i blogger ospiti, ma devi trovarli. Se i blogger non accettano la tua proposta di blog ospite, puoi offrirli per correggere i loro collegamenti non funzionanti. Ciò significa rilevare collegamenti interrotti, creare contenuti simili alla risorsa mancante e chiedere a chiunque si colleghi a esso di puntare invece al contenuto.

Ci sono molti più suggerimenti per la costruzione di link che puoi usare: puoi trovarne dozzine su buoni blog sulla SEO. Ma una strategia di backlink completa include molto più della semplice creazione di link. Richiede inoltre di controllare e monitorare regolarmente l’inventario del backlink. E questo è qualcosa che non puoi fare manualmente. Quindi parliamo di strumenti di backlink.

Strumenti di gestione del backlink

L’enorme numero di strumenti esistenti per aiutare le persone a implementare una strategia di backlink di successo potrebbe darvi un’idea di quanto siano importanti i backlink. All’interno di questo universo di strumenti, i più utili tengono traccia della rete di backlink su tutta Internet e ti aiutano nelle attività di costruzione e gestione dei link.

Non lasciarti stupire dagli strumenti “magici” che promettono di generare automaticamente backlink al tuo sito; ricorda sempre che la creazione di link non è un compito facile e non può essere eseguita correttamente da nessuno strumento automatico. Fai attenzione alle promesse di link building che utilizzano metodi black hat e potrebbero finire per danneggiare il tuo SEO.

Quindi, gli strumenti migliori sono quelli che ti danno molte informazioni sui backlink che potresti usare per ottenere i migliori risultati delle tue attività di costruzione di link.

Diamo un’occhiata alle scelte migliori.

Ahrefs

Ahrefs detiene uno dei più grandi indici di backlink in tutto il mondo.

Oltre a gestire i backlink, Ahrefs è progettato per eseguire la maggior parte delle attività che un SEO Pro deve svolgere quotidianamente, anche se è abbastanza facile da usare per i non professionisti. Ma in particolare nell’area del backlink, Ahrefs offre molti strumenti per fare ricerche sul backlink.

Ad esempio, uno di questi strumenti, chiamato “Link Intersect “ ti consente di scoprire siti che rimandano ai tuoi concorrenti ma non a te. Queste informazioni sono molto utili perché se un sito si collega a più di uno dei tuoi concorrenti, ci sono buone probabilità che possa aggiungere un link al tuo sito.

Ahrefs offre una versione gratuita che ti consente di monitorare dieci backlink e due domini per richiesta. Se sei disposto a pagare $ 82 al mese, otterrai un’analisi completa del tuo profilo di backlink, inclusi backlink di immagini, dofollow / nofollow, testo di ancoraggio, ecc. Tali informazioni potrebbero rivelarsi preziose nel caso in cui ricevi una penalità da Google perché ti dà cifre sul rapporto del testo di ancoraggio sul tuo sito.

Le informazioni fornite da Ahrefs non solo ti aiutano con le tue attività di costruzione di link. Mostra anche backlink persi e nuovi backlink al tuo sito, quindi puoi ringraziare il webmaster o restituire il favore con un link reciproco. Per i collegamenti persi, sarai informato sul motivo della perdita, quindi non dovrai indovinare perché è successo. La dashboard di Ahrefs mostra anche collegamenti sospetti che è possibile rinnegare per evitare sanzioni.

Moz

Moz Pro è una suite completa di strumenti SEO professionali, in cui Moz Link Explorer è una delle principali utility. È particolarmente utile eseguire il reverse engineering sui backlink dei concorrenti. Per vedere la sua magia al lavoro, devi solo inserire il dominio di un concorrente o un URL specifico e Moz ti mostrerà tutti i suoi backlink. Per ogni backlink, è possibile visualizzare alcune metriche, come un indice dell’autorità di dominio, il numero di domini di collegamento, un punteggio di spam e un elenco dei collegamenti principali.

I suoi piani tariffari vanno da $ 99 a $ 599 al mese, a seconda di quante funzioni e di quanto “pro” vuoi essere nelle tue attività SEO.

Una delle caratteristiche distintive di Link Explorer è Anchor Text Analysis, che mostra il testo di ancoraggio più comune nel profilo di backlink di un sito Web. Molti si chiederebbero quale sia l’uso di questa funzione e la risposta è che aiuta a rilevare le tecniche di collegamento black hat: se c’è un sacco di testo di ancoraggio con corrispondenza esatta, potrebbe essere un segno di tattiche fraudolente.

Sebbene il database di Moz non sia grande come Ahrefs, la sua quota di abbonamento include diversi altri strumenti oltre a Link Explorer, che potrebbe valere la pena pagare.

Majestic Backlink Analyzer

SEO maestoso offre questo strumento come app di Chrome, portando l’analisi del backlink direttamente sul tuo browser. È un modo rapido per verificare la forza di qualsiasi pagina in base alle sue informazioni sul backlink. I punteggi Trust Flow e Citation Flow vengono visualizzati immediatamente sulla barra degli URL per qualsiasi pagina visitata, insieme a informazioni riepilogate su URL e domini che si collegano alla pagina.

Sebbene sia possibile abbonarsi a pagamento per ottenere tutte le funzionalità, l’app di Chrome offre gratuitamente alcuni bit di dati, tra cui grafici dei profili dei collegamenti e conteggi dei collegamenti a livello di URL, sottodomini e radice. Gli abbonati ottengono maggiori dettagli sui collegamenti, inclusi gli elenchi dei dieci più forti backlink e dei dieci più forti testi di ancoraggio. Possono anche approfondire l’analisi dei collegamenti, accedendo agli strumenti direttamente dall’app.

Spyglass SEO

Un nuovo concorrente è entrato di recente nell’arena SEO e i leader del pacchetto dovrebbero prestare attenzione ad esso.

Spyglass SEO fa parte di SEO PowerSuite, un insieme di strumenti premiati con molte recensioni positive. A differenza della maggior parte degli strumenti SEO, questa è un’applicazione che installi sul tuo computer, sia esso un Mac, un Windows o un computer Linux. Puoi utilizzare le sue funzionalità di base gratuitamente per tutto il tempo che desideri, oppure puoi pagare $ 299 all’anno per una licenza professionale, che offre vantaggi come il monitoraggio illimitato del backlink, la pianificazione delle attività e le funzioni di reporting di base o $ 699 all’anno per un licenza aziendale, che libera tutta la funzionalità di PowerSuite.

Secondo quanto riferito, SEO Spyglass ha il più grande database di link di tutti gli strumenti conosciuti. Puoi anche aggiungere i tuoi collegamenti, importandoli direttamente da Google Analytics e Google Search Console. Lo strumento identifica collegamenti potenzialmente dannosi per evitare di essere penalizzati da Penguin 4.0 (la versione più recente del motore di ricerca di Google). Calcola i rischi connessi a una sanzione, tenendo conto degli stessi fattori utilizzati da Google. Se trova una minaccia, puoi neutralizzarla con pochi clic, utilizzando il generatore di file di disconoscimento esclusivo di SpyGlass: non devi preoccuparti di farlo da solo.

Alcuni utenti di SpyGlass affermano che lo strumento ha permesso loro di duplicare il proprio traffico organico solo seguendo i suoi consigli SEO. Dicono anche che il ritorno sull’investimento (ROI) della versione Enterprise sia stato inferiore a un mese, quindi se prendi sul serio la tua strategia SEO, potresti provare.

SEMRush

All’interno del Semrush, puoi trovare il Strumento di analisi del backlink, un potente aiuto per ottenere dati funzionali sui backlink da qualsiasi dominio. Con il suo enorme database di 26,5 trilioni di backlink, Semrush offre molti grafici rivelatori che mostrano nuovi & backlink persi, gradi di autorità di tutti i referral, evoluzione dei processi di generazione del backlink e molto altro.

Con lo strumento Backlink Audit, puoi integrare i dati di Search Console ed evitare di essere penalizzato da Penguin. Puoi anche scoprire ed eliminare backlink tossici e inviarli allo strumento di disconoscimento di Google, mantenendo pulito il tuo profilo di backlink grazie al monitoraggio automatico e periodico.

Oltre all’analisi del backlink, Semrush offre un set completo di strumenti SEO che puoi utilizzare gratuitamente, per un tempo illimitato, ma con funzionalità limitate. Ciò include la ricerca di parole chiave, l’analisi della monetizzazione, l’analisi del traffico, il monitoraggio della posizione SERP, la mappatura CPC e molti altri.

Classifica SE

Classifica SE è un controllo di backlink che utilizza i dati di Strumenti per i Webmaster di Google per controllare i collegamenti in entrata al tuo sito Web o ai tuoi concorrenti “. Lo strumento genera un’analisi dettagliata dei collegamenti che mostra gli attributi follow / nofollow, index / no index, cache / non cache, autorità di dominio, testo di ancoraggio, popolarità sociale, rango Alexa e molto altro. Ti consente di rinnegare i link e generare file per inviarli direttamente a Google.

La classifica SE offre tre piani di base: ottimale ($ 39 / mese), Plus ($ 89 / mese) ed Enterprise ($ 189 / mese). Variano nel numero di siti Web controllati e nel numero di backlink monitorati. Puoi ottenere sconti iscrivendoti per molti mesi o riducendo la frequenza degli assegni: il 20% per il controllo ogni tre giorni e il 40% se sei d’accordo con il controllo settimanale; in caso contrario, l’attività di controllo viene eseguita quotidianamente.

Visione notturna

Uno strumento di monitoraggio del backlink che analizza il vero impatto dei backlink sulle classifiche SERP. Tramite notifiche intelligenti, Visione notturna ti invia aggiornamenti regolari sui backlink appena scoperti e persi. Utilizza i propri crawler, combinati con più fonti di tracciamento esterne, per fornire informazioni accurate e aggiornate su tutti i backlink che potrebbero influenzare le tue classifiche.

Gli strumenti di visualizzazione offrono la segmentazione in base a qualsiasi tipo di parametro per aiutare a comprendere l’impatto di ciascun backlink. Un portafoglio di backlink sintetizza segmenti diversi, acquisiti in momenti diversi. Conosci la loro diversità per qualità, dominio, attributi follow / no-follow e stato dello spam.

Nightwatch esegue un controllo automatico di collegamenti vivi e morti, per mostrarti quali collegamenti stanno aggiungendo valore al tuo sito Web e quali riducono quel valore.

LinkMiner

Un grande database – più grande delle ambizioni di Elon Musk, come afferma il suo sito Web – è la base su cui si fondano LinkMiner è basato.

Semplicemente digitando il nome di dominio del tuo concorrente, può identificare i suoi backlink più potenti, valutandoli con metriche rinomate come Citation Flow, Trust Flow e altri. Un semplice pannello di visualizzazione evita il problema comune delle eccessive schede del browser: con un solo clic, si ottiene un’anteprima di ciascun sito Web di riferimento con il posizionamento dell’ancora evidenziato.

LinkMiner ti dà la possibilità di trovare backlink da tutti i suoi Database da 9 trilioni di backlink, oppure cerca solo i dati più recenti, per limitare la ricerca a collegamenti vecchi di 30 giorni. L’opzione “Lost” ti aiuta a trovare backlink cancellati e avere l’opportunità di sostituire i tuoi concorrenti. Per concentrarti sui collegamenti che contano, LinkMiner ti offre di salvare i migliori risultati in un elenco. Puoi salvare i backlink più rilevanti e tornare a loro ogni volta che vuoi.

Scegli uno strumento; qualsiasi strumento.

Ora non ci sono scuse per non adottare una strategia di link building. I motori di ricerca sono in continua evoluzione e diventano più intelligenti. Non dimenticare mai che il loro obiettivo è quello di indicizzare i migliori contenuti del Web per renderlo facilmente raggiungibile. E dovresti aiutarli con questi due obiettivi, creando ottimi contenuti e assicurandoti che siano facilmente raggiungibili da più posti possibili.

TAGS:

  • SEO

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map