Quanto è veloce Google Cloud CDN per il tuo sito Web?

Garantire il caricamento più veloce del tuo sito Web è uno dei critico metriche per il successo aziendale online. A nessuno piace il sito a caricamento lento.


Esistono varie tecniche per accelerare il tuo sito web, ma uno dei modi più rapidi è implementare il giusto CDN (Rete di distribuzione dei contenuti).

Se non conosci la CDN, puoi fare riferimento a guida essenziale alla CDN per una migliore comprensione.

In una riga, CDN accelera i tuoi contenuti e offre le risorse richieste al pubblico dal posizione più vicina.

È essenziale scegliere il CDN a bassa latenza che ha POP in tutto il mondo (punto o presenza) o posizione del bordo.

Diamo un’occhiata ad alcuni dei provider CDN e al suo numero di POP.

CDNPosizione POP / Edge Network / Cache
Google Cloud CDN100+
Cloud Flare102
Amazon Cloudfront69
Incapsula32
MaxCDN56
Cachefly40+

In questo post ne parlerò come abilitare Google Cloud CDN per il tuo sito Web e imposta un URL WordPress da mostrare quanto velocemente è.

Google Cloud CDN è disponibile per chiunque utilizzi Google HTTP (S) Load Balancer e fornisce molte altre funzionalità insieme a una distribuzione dei contenuti a bassa latenza.

  • Anycast: tutta la distribuzione del contenuto da un singolo IP in tutto il mondo
  • HTTP / 2: il nuovo protocollo HTTP 2 è il supporto.
  • HTTPS: imposta il certificato SSL / TLS su Load Balancer
  • Registrazione – Cattura hit / miss della cache nella registrazione Stackdriver
  • Elimina cache: elimina immediatamente la cache

Abilitazione di Google Cloud CDN

Puoi abilitare CDN su Google Load Balancer esistente o su uno nuovo

Per abilitare su LB esistente:

  • Accedi a Google Cloud Platform per elencare Load Balancer
  • Fai clic su Modifica
  • Vai a Configurazione back-end e seleziona il back-end esistente
  • Spunta il “Abilita Cloud CDN“In configurazione back-end del bilanciamento del carico HTTP (S)

  • Fai clic su Aggiorna per salvare la configurazione

Per creare un nuovo LB e abilitare

Come prerequisito LB, è necessario creare un gruppo di istanze. Una volta creato il gruppo di istanze, è possibile effettuare le seguenti operazioni per creare HTTP (S) LB e abilitare Cloud CDN.

  • Accedi a Google Cloud Platform
  • Vai a Networking >> Bilancio del carico >> Crea bilanciamento del carico
  • Selezionare “Avvia configurazione” per il bilanciamento del carico HTTP (S)
  • Crea una configurazione back-end con il gruppo di istanze esistente e seleziona “Abilita Cloud CDN.”

Molto probabilmente non è necessario eseguire alcuna configurazione per (regole host e percorso & Configurazione frontale) se stai solo eseguendo una configurazione LB di base.

È possibile lasciare la configurazione predefinita e fare clic su Crea

Ci vorranno pochi secondi e riceverai una conferma della creazione di LB. LB sarà associato a IP pubblico che userete per aggiornare UN record del tuo dominio.

Nota: Per impostazione predefinita, Google ti fornirà un IP effimero ed è fortemente consigliato ottenere un IP pubblico statico per l’LB.

Test di Google Cloud CDN

Quindi ecco cosa ho fatto per testare.

Ho effettuato il provisioning f1-micro istanza con SSD da 10 GB disco su Google Cloud. A proposito, questa configurazione costerebbe circa $ 6.

Ho installato WordPress con l’aiuto di EasyEngine senza alcun plug-in di cache e punta il mio dominio (Chandan.io) all’indirizzo IP esterno della VM.

Nota: La propagazione del DNS potrebbe richiedere del tempo, quindi devi assicurarti il dominio si sta risolvendo su Google Cloud VM prima di iniziare il test.

Ho installato il tema BLOGGING, quindi ha alcuni contenuti.

Test di WordPress senza Google Cloud CDN

Ho eseguito un test di velocità contro Chandan.io BlazeMeter con 50 utenti simultanei per due minuti e i risultati sono:

  • Il tempo medio di risposta è di 13,46 secondi
  • Il tempo di risposta del 90% è di 26,73 secondi

Quindi ora conosco le mie prestazioni di WordPress dalla VM, ed è tempo di abilitare il cloud CDN ed eseguire nuovamente il test confrontare i risultati.

Puoi anche prendere in considerazione qualche altro strumento per eseguire un test di carico.

Test di WordPress con Google Cloud CDN

Ho creato LB con Cloud CDN e ho aggiornato il mio record di dominio A per indicare l’IP pubblico LB.

La VM back-end rimane la stessa e ho eseguito il test con 50 utenti per due minuti e qui ci sono i risultati.

Vedi un’enorme differenza?

  • Tempo medio di risposta 3.82s confrontare con 13.46s senza CDN.
  • 90% di tempo di risposta 9.6s confrontare con 26.73s senza CDN.
  • Throughput medio 10.28 colpi al secondo rispetto a 3.24 senza CDN.

Google Cloud CDN ha caricato il mio sito Web Più veloce per e aumentato il portata. Questo test era sull’istanza di test di WordPress senza alcun plug-in di cache.

Hai già provato Google Cloud CDN?

TAGS:

  • GCP

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map