Come configurare il sito WordPress a caricamento rapido su Google Cloud?

Una guida dettagliata per il lancio di un sito WordPress ad alte prestazioni su Google Cloud Platform (GCP) utilizzando WordOps.


Quando inizi come blogger o gestisci una piccola impresa, l’hosting condiviso va bene perché costa meno e non sono richieste competenze di hosting per installare / configurare / mantenere la piattaforma dell’infrastruttura.

Tuttavia, quando il traffico o la base utenti aumenta, è necessario un solida piattaforma di hosting per servire milioni di clienti senza rallentare il sito.

Ci sono alcuni provider di hosting premium per siti Web a traffico intenso, ma sarebbe facile costa $ 100 + al mese.

Nota: Kinsta ha recentemente annunciato un piano di avviamento a partire da $ 30 al mese, che sfrutta GCP.

Tuttavia, se sei disposto a passare un po ‘di tempo a imparare e fare da solo, puoi pensare ai server VPS / Cloud. In questo articolo, spiegherò come far funzionare un sito WordPress su Google Cloud Platform meno di 15 minuti.

Questa installazione sarebbe costata circa $ 25 al mese e pronto a servire 500.000 visualizzazioni di pagina al mese. Dopo l’installazione, farò un test di carico per verificare le prestazioni.

necessario

  • Presumo che tu abbia già un dominio; in caso contrario puoi acquistare da Namecheap o Google.
  • Account cloud Google con fatturazione abilitata
  • Qualche tema di WordPress che userò Giornale di Tag die

Fornisci un nuovo Google Cloud Server

  • Accedi a Google Cloud e vai a Compute Engine >> Istanze di VM (collegamento diretto)
  • Fai clic su “Crea istanza” e inserisci le informazioni richieste
  • Seleziona la zona (scegli la posizione più vicina del tuo pubblico targetizzato)
  • Scegli il tipo di macchina
  • Cambia il disco di avvio in Ubuntu 18.04 LTS e il tipo di disco di avvio in disco permanente SSD con dimensioni di 10 GB
  • Consenti firewall HTTP e HTTPS e fai clic Creare

In pochi secondi avrai pronta la nuova istanza.

Installazione di WordPress tramite WordOps

Esistono diversi modi per installare WordPress, ma uno dei modi più semplici è l’utilizzo WordOps

WordOps è un wrapper di script che si occupa dell’installazione dei componenti richiesti come un database, PHP, Nginx, WordPress, ecc. Se li installi manualmente, potrebbe richiedere più tempo e spazio per errori umani.

  • Accedi alla VM di Google Cloud appena creata e passa all’utente root

Nota: si consiglia di impostare sudo accesso al root da un normale utente in produzione, ma in questo esercizio userò root.

  • Installare WordOps con il comando seguente

wget -qO wo wops.cc && sudo bash wo

  • Ci vorranno un minuto o due e una volta fatto; verrai restituito al prompt

Sincronizzazione con il database, attendere…
WordOps (wo) installato correttamente

Per abilitare bash-completamento, basta usare il comando:
bash -l

Per installare gli stack consigliati da WordOps, puoi usare il comando:
wo stack install

Per creare un primo sito WordPress, puoi usare il comando:
wo site create site.tld –wp

Documentazione di WordOps: https://docs.wordops.net
Forum della community di WordOps: https://community.wordops.net
Chat della community di WordOps: https://chat.wordops.net

Dai a WordOps una stella GitHub: https://github.com/WordOps/WordOps/

[Email protected]: ~ #

Ora è il momento di creare un sito WordPress. WordOps ti offre un’opzione se desideri installare WordPress con plug-in di cache.

Attualmente supporta WP Super, W3 Total, Nginx, Redis. Ho provato tutto e Redis sempre eseguito meglio per me.

  • Creiamo un sito con cache Redis.

sito crea geekflarelab.com –wpredis

Sopra, sto chiedendo a WordOps di creare un sito per geekflarelab.com (è il mio dominio di laboratorio) con cache Redis. Ci vorranno un minuto o due e ti darà conferma sulla creazione del sito.

[Email protected]: ~ #o sito crea geekflarelab.com –wpredis
Inizio: wo-kernel [OK]
Aggiunta di repository per MySQL, attendere…
Aggiunta di repository per NGINX, attendere…
Aggiunta di repository per PHP, attendere…
Aggiunta di repository per Redis, attendere…
Aggiornamento di apt-cache [OK]
Installazione dei pacchetti APT [OK]
Applicazione di modelli di configurazione Nginx
Test della configurazione di Nginx [OK]
Riavvio di Nginx [OK]
Test della configurazione di Nginx [OK]
Riavvio di Nginx [OK]
Configurazione di php7.2-fpm
Riavvio di php7.2-fpm [OK]
Ottimizzazione della configurazione di MariaDB
Stop: mysql [OK]
Inizio: mysql [OK]
Ottimizzazione della configurazione Redis [OK]
Riavvio del server redis [OK]
Esecuzione dei controlli pre-aggiornamento [OK]
Impostazione della configurazione NGINX [Fine]
Impostazione webroot [Fine]
Download di WordPress [Fine]
Impostazione del database [Fine]
Configurazione di WordPress [OK]
Installazione di WordPress [OK]
Installazione plug-in nginx-helper [OK]
Impostazione plug-in nginx-helper [OK]
Installazione plug-in redis-cache [OK]
Test della configurazione di Nginx [OK]
Ricarica Nginx [OK]
Nome utente autenticazione HTTP: WordOps
Password di autenticazione HTTP: XXXXXX
Il backend di WordOps è disponibile su https: //XX.XX.XX.XX: 22222 o https: // ubuntu-s-1vcpu-2gb-lon1-01: 22222
Utente amministratore di WordPress: Chandan Kumar
Password amministratore di WordPress: lyWwnfOhD8XXXXXXNTS3vXri
Configura redis-cache: http://geekflarelab.com/wp-admin/options-general.php?page=redis-cache
Cache oggetti: abilita
Sito http://geekflarelab.com creato correttamente
[Email protected]: ~ #

  • Salva la password in modo sicuro

WordPress è stato installato correttamente ed è tempo di indirizzare il tuo dominio verso l’IP del server. È stato facile. No?

Ottenere un IP statico

Per impostazione predefinita, Google Cloud assegna un IP effimero all’istanza che non desideri configurare con il dominio poiché potrebbe cambiare al riavvio successivo dell’istanza.

Per evitare il rischio, lo faremo riservare un IP statico.

  • Vai alla rete VPC >> Indirizzi IP esterni dalla navigazione a sinistra
  • A discesa Tipo effimero e selezionare statico

  • Dai il nome e fai clic RISERVA
  • Noterai che il tipo è cambiato in Statico

GCP VM è pronta con l’IP esterno statico e WordPress e l’ultima cosa da fare è mappare il dominio sull’IP statico.

Aggiorna dominio A Record

  • Vai a un registrar di domini
  • Aggiorna il record A per il tuo dominio sull’IP esterno che hai appena prenotato

Potrebbe volerci del tempo per propagarsi a livello globale. Puoi usare la ricerca del record DNS strumento per verificare.

Una volta aggiornato il record del dominio A, puoi accedere al sito WordPress con dominio utilizzato con il comando WordOps. Nel mio esempio – http://geekflarelab.com

Esecuzione del test di carico

Vediamo come si comporta il sito WordPress appena configurato su Google Cloud Platform. Prima di fare un test di velocità, Installerò un tema di Tagdiv, come menzionato prima.

Questo non è necessario, ma per essere sicuro di avere alcuni file post / multimediali simulare lo scenario del sito reale.

Come puoi vedere, geekflarelab.com è pronto su GCP.

Esistono diversi modi per eseguire il benchmarking e uno dei modi più semplici è farlo da un cloud. ero solito Loader.io per caricare da 100 a 500 utenti per un minuto e i risultati sono:

Tempo medio di risposta = 695 ms

So che si tratta di una configurazione di base di WordPress e richiede l’installazione di plugin aggiuntivi, aggiungi sicurezza, Certificato SSL, ecc. In un ambiente di produzione. Ma ciò aumenterebbe il tempo di caricamento di alcune percentuali.

Conclusione

Spero che questo ti dia un’idea di come impostare WordPress su Google Cloud Platform. Ciò richiede un po ‘di tempo per essere impostato e le competenze, ma se lo desideri risparmia $$ al mese, allora credo che ne valga la pena.

In alternativa, se non hai tempo per impostare o gestire WordPress e allo stesso tempo vuoi goderti Google Cloud, puoi provare Piattaforma di hosting gestita da Cloudways.

TAGS:

  • GCP

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map