Utile Guida alla configurazione di WebSphere Application Server

Esistono molte opzioni di configurazione in IBM WAS tramite Admin Console, ma non tutte è necessario toccarle.


Tuttavia, esistono configurazioni specifiche che è necessario conoscere come amministratore WebSphere.

Le seguenti 15 configurazioni vengono spesso toccate o chieste in un’intervista.

Se sei un principiante, ti consiglio vivamente di leggere i miei due precedenti articoli.

Guida all’installazione di WebSphere Application Server ND

Script di amministrazione utili di WebSphere Application Server

Quindi iniziamo.

1. Abilitare / disabilitare i servizi del gruppo principale

Se si intende utilizzare il servizio di gestione della disponibilità elevata o si desidera semplicemente sapere come abilitare o disabilitare i servizi e l’avvio del gruppo principale.

Per fare questo per Deployment Manager

  • Passare a Amministrazione del sistema >> Responsabile della distribuzione
  • Fare clic sul servizio del gruppo principale in Proprietà aggiuntive

Qui è possibile abilitare o disabilitare i servizi del gruppo principale

core-gruppo-servizi

  • Clicca su OK >> Sincronizza le modifiche con i nodi >> Salva

Per fare questo per JVM

  • Passare a Server>>Tipi di server>>WebSphere Application Server
  • Fai clic sulla JVM desiderata
  • Fare clic sui servizi del gruppo principale in Proprietà aggiuntive e qui è possibile abilitare / disabilitare o modificare il timer attivo.
  • Clicca su OK >> Sincronizza le modifiche con i nodi >> Salva

2. Configurare la rotazione del registro, la dimensione del file & file di registro storici

Se si sta lavorando a una produzione in cui le risorse sono limitate e si desidera mantenere l’ambiente sano e pulito, è necessario avere familiarità con la pulizia dei registri.

Questo ti aiuterà nella pulizia di SystemOut.log & File SystemErr.log.

Per fare questo per JVM

  • Passare a Server>>Tipi di server>>WebSphere Application Server
  • Fai clic sulla JVM desiderata
  • Fare clic su Registrazione e traccia in Proprietà aggiuntive
  • Fai clic su Log JVM dall’elenco

Per configurare il dimensione massima del file di registro singolo, puoi inserire il valore in “Dimensione massima”. In questo esempio, ho assegnato 100 MB (per impostazione predefinita è configurato con 1 MB).

Per configurare il periodo di rotazione del registro, fare clic sulla casella di controllo “Tempo” e immettere il periodo in cui si desidera ruotare i registri DMGR. In questo esempio, l’ho lasciato alle impostazioni predefinite 24 ore.

Per mantenere il numero di file di registro storici, è possibile inserire il valore in “Numero massimo di file di registro storici. Il numero compreso tra 1 e 200. ” In questo esempio, ne ho dati 30, che conserveranno sempre 30 file di registro.

Ripeti la stessa configurazione per SystemErr.log. Ecco lo screenshot della configurazione sopra.

fu-registrazione-tracing

Per fare questo per Deployment Manager 

È possibile eseguire questa configurazione simile per DMGR accedendo a Deployment Manager e seguire i passaggi precedenti per configurare la registrazione.

3. Esecuzione di JVM in modalità di sviluppo

Se hai installato WAS in modalità di produzione e c’è una situazione da eseguire come modalità di sviluppo per la risoluzione dei problemi, il debug o richiesto dal team di sviluppo, puoi eseguire WAS JVM particolare in modalità di sviluppo seguendo.

  • Passare a Server>>Tipi di server>>WebSphere Application Server
  • Fai clic sulla JVM desiderata
  • Spuntare la casella per eseguire in modalità sviluppo

jvm-sviluppo-mode

Come al solito, fare clic su OK per sincronizzare e salvare la configurazione.

4. Configurare il timeout della sessione & Nome del cookie

Il timeout della sessione predefinita di WAS JVM è impostato su 30 minuti, tuttavia, se è necessario modificare, è possibile farlo seguendo.

  • Passare a Server>>Tipi di server>>WebSphere Application Server
  • Fai clic sulla JVM desiderata
  • Fai clic su Gestione sessioni in Impostazioni contenitore
  • Immettere il valore desiderato in minuti per “Timeout sessione:”

Per impostazione predefinita, il nome del cookie è JSESSIONID e nel caso in cui sia necessario modificarlo è possibile farlo seguendo.

  • Passare a Server>>Tipi di server>>WebSphere Application Server
  • Fai clic sulla JVM desiderata
  • Fai clic su Gestione sessioni in Impostazioni contenitore
  • Fai clic su Abilita cookie
  • Immettere il nome del cookie personalizzato e fare clic su OK per sincronizzare e salvare la configurazione.

jvm-session-cookie-nome

5. Configura le dimensioni dell’heap di JVM

La configurazione necessaria affinché l’amministratore di WebSphere sappia come modificare le dimensioni dell’heap JVM, abilitare la garbage collection dettagliata, configura Classpath / Boot Classpath.

Queste e tre configurazioni sono eseguite su un’unica pagina:

  • Passare a Server>>Tipi di server>>WebSphere Application Server
  • Fai clic sulla JVM desiderata
  • Fare clic su Definizione processo in Java e Gestione processi
  • Fare clic su Java Virtual Machine in Proprietà aggiuntive

6. Configurazione della dimensione dell’heap JVM

Immettere un valore in “Dimensione heap iniziale” per la memoria minima e “Dimensione heap massima” per la dimensione massima della memoria. In questo esempio, ho configurato 2 GB come min e max.

jvm-heap-size

Puoi anche fare riferimento al mio articolo dettagliato su come modificare la memoria WAS JVM.

7. Abilitare la raccolta dati inutili dettagliata

Per stampare la garbage collection in modalità dettagliata, è possibile selezionare la casella di controllo “Raccolta dei rifiuti dettagliata”. Di default è disabilitato.

jvm-verbose-gc

8. Configurare Classpath / Boot Classpath

Per configurare classpath / boot classpath per una particolare JVM, è possibile inserire i dettagli del jar da caricare come classpath. Principalmente il team di sviluppo lo consiglierebbe.

jvm-classpath

Non dimenticare di sincronizzare & Salvare la configurazione e riavviare JVM per vedere gli effetti.

9. Disabilita il riavvio automatico di JVM (politica di monitoraggio)

Per impostazione predefinita, JVM verrà riavviato se si trova in modalità “STOPPED”. Questo è buono e cattivo entrambi.

Buono: ci sarà un’interruzione / interruzione minima del servizio poiché JVM verrà riavviato automaticamente, in modo da risparmiare tempo nell’accesso al server e avviare l’ora.

Cattivo: non sai perché JVM è stato interrotto, potresti trascurare potenziali problemi di produzione.

Se si decide di disabilitare il riavvio automatico, è possibile effettuare le seguenti operazioni:

  • Passare a Server>>Tipi di server>>WebSphere Application Server
  • Fai clic sulla JVM desiderata
  • Fare clic su Politica di monitoraggio in Java e Gestione processi
  • Deseleziona la casella di controllo per “Riavvio automatico”.

disable-jvm-autorestart

Fai clic su OK per salvare & Sincronizza la configurazione

10. Abilita & Configurare i registri di accesso (NCSA)

Potrebbe non essere necessario abilitare i log di accesso per tutte le JVM, ma ritengo che tu possa farlo per DMGR, poiché potresti essere interessato a rivedere i log HTTP per il controllo degli accessi. Per abilitare questo in DMGR: –

  • Passare a Amministrazione del sistema >> Responsabile della distribuzione
  • Fare clic su Registrazione e traccia in Proprietà aggiuntive
  • Fare clic su Accesso NCSA e registrazione errori HTTP dall’elenco
  • Seleziona la casella di controllo “Abilita il servizio di registrazione all’avvio del server”.

In questa pagina, è anche possibile configurare un numero di file storici da conservare e la dimensione massima del registro di accesso. In questo esempio, ho configurato 50 MB come dimensione del file e dieci numeri massimi di file.

dmgr-NCSA-log

11. Modifica il livello di registrazione JVM

Per impostazione predefinita, il livello di registrazione JVM è configurato in modalità “info”. Tuttavia, se si desidera passare a un avviso o un debug a scopo di risoluzione dei problemi, è possibile effettuare le seguenti operazioni.

  • Passare a Server>>Tipi di server>>WebSphere Application Server
  • Fai clic sulla JVM desiderata
  • Fare clic su Modifica livelli di dettaglio del registro
  • Passa dalle informazioni al livello desiderato. In questo ex – ho configurato il livello di debug.

era-log-level

Nota: questo scriverà registri in eccesso, quindi è possibile configurare il debug per particolari componenti espandendo “Componenti e gruppi” e selezionando i rispettivi componenti.

12. Modifica pool di thread WebContainer

È possibile che si verifichi una situazione per modificare il pool di thread del contenitore Web se si sta lavorando sull’ottimizzazione delle prestazioni. Questo deve essere configurato a livello JVM individuale.

  • Passare a Server>>Tipi di server>>WebSphere Application Server
  • Fai clic sulla JVM desiderata
  • Fai clic su Pool di thread in Proprietà aggiuntive
  • Fare clic su WebContainer dall’elenco
  • Immettere il valore desiderato nella dimensione minima e massima. Puoi anche configurare il timeout di inattività del thread qui.

filo-pool

13. Modifica root di contesto per l’applicazione

È possibile modificare la root di contesto per l’applicazione distribuita senza ridistribuirla. La procedura è semplice e molto utile se si decide di cambiare la radice del contesto.

  • Vai ad Applicazioni >> tutte le applicazioni
  • Seleziona l’applicazione dall’elenco
  • Fare clic su “Root di contesto per moduli Web” in Proprietà modulo Web
  • Immettere il valore desiderato e fare clic su OK per sincronizzare e salvare le modifiche.

contesto-radice-was

È necessario riavviare JVM per rendere effettivi.

14. Modifica host virtuale per un’applicazione specifica

Se si utilizza l’host virtuale personalizzato e l’applicazione è distribuita su quella predefinita, verrà visualizzato l’errore “L’host virtuale da gestire non è stato definito”. Bene, puoi cambiare rapidamente l’host virtuale seguendo:

  • Vai ad Applicazioni >> tutte le applicazioni
  • Seleziona l’applicazione dall’elenco
  • Fai clic su Host virtuali in Proprietà modulo Web
  • Seleziona l’host virtuale desiderato dal menu a discesa
  • Fare clic su OK per sincronizzare e salvare la configurazione. Il riavvio di JVM è necessario per avere effetti.

15. Crea host virtuale

WAS viene fornito con tre host virtuali (admin, impostazione predefinita & proxy). Se si utilizza l’ambiente WAS per la singola applicazione, l’impostazione predefinita dovrebbe essere sufficiente.

Tuttavia, se si dispone di più applicazioni e si desidera separarle dall’host virtuale, è possibile crearne una come segue: –

  • Vai a Ambiente >> Host virtuali
  • Clicca su Nuovo
  • Immettere il nome host virtuale desiderato
  • Fare clic su OK per sincronizzare e salvare la configurazione
  • Una volta creato un host virtuale, è necessario aggiungere l’URL, che verrà utilizzato per accedere alle applicazioni.

Fare così

  • Vai all’host virtuale appena creato e fai clic su Alias ​​host
  • Clicca su Nuovo
  • Immettere il nome host e la porta
  • Fare clic su OK per sincronizzare e salvare la configurazione

La configurazione sopra non è l’elenco completo ma viene spesso utilizzata, quindi se sei alle prime armi questo dovrebbe darti una buona idea sulla configurazione del server delle applicazioni IBM WebSphere.

Porta la tua carriera al livello successivo di apprendimento del cloud computing.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map