6 modi per bandire i robot dannosi dal tuo sito

Non lasciare che cattivi robot prendano il controllo del tuo sito e influenzino le decisioni aziendali.


I visitatori del sito web non sono sempre persone fatte di carne e carne: a volte sono robot. I robot per lo più setacciano siti Web per raccogliere statistiche per motori di ricerca come Google e Yahoo, ma ci sono anche robot che raccolgono informazioni, creano account falsi, diffondono virus o sezioni di commenti di spam sul pilota automatico – e questi sono quelli che possono fare il maggior danno.

Un improvviso controllo da parte dei robot del sito può essere travolgente, ed è un potenziale incubo per un amministratore del sito che preferisce gestire una nave pulita. Ecco come individuare il tipo di robot che sta facendo cosa e alcuni modi pratici per bandire i robot dal tuo sito Web.

Bot dei motori di ricerca e robot spam

Alcuni robot sono buoni, i robot dei motori di ricerca visitano il tuo sito Web per catalogare nuove informazioni sui motori di ricerca e di solito vuoi che questi tipi di robot passino sul tuo sito web. È ciò che aiuta i motori di ricerca a indicizzare il tuo sito tra i suoi risultati.

Ciò che è essenziale per un amministratore del sito è identificare i robot dei motori di ricerca rispetto al traffico reale per raccogliere un quadro accurato di quanti visitatori e punti di vista sono umani. Se hai statistiche di Google, guarda sotto le impostazioni avanzate e puoi dividere i bot dei motori di ricerca e il traffico umano per vedere come i motori di ricerca e le persone visualizzano il tuo sito.

Oltre al tuo bot di motori di ricerca standard, puoi anche imbatterti in una varietà di differenti spam e bot di raccolta. Questi sono i più pericolosi che dovresti provare a eliminare quando compaiono. A volte diffondono virus; altre volte, inviano spam o riempiono un sito con account falsi.

Individuare lo spam bot 

Se hai bot di spam attivi sul tuo sito, probabilmente ci saranno …

  • Un aumento di nuovi account, di solito quelli che fanno alcuni messaggi spam o nessuno.
  • Un aumento dei commenti che non hanno nulla a che fare con i commenti, a volte con o senza collegamenti.
  • Gli utenti che si lamentano di spam nella loro posta in arrivo PM o posta in arrivo.
  • Un aumento della quantità di spam che colpisce la posta in arrivo e-mail collegata al tuo sito Web.
  • A volte un aumento irrazionalmente alto dei visitatori del sito senza un aumento dell’attività può indicare i robot che stanno raccogliendo informazioni.

La presenza di bot dannosi può essere un incubo, soprattutto quando il loro compito è quello di inviare spam al tuo sito con collegamenti a virus o immagini illegali. Non appena hai notato i segni di un bot che fa qualcosa di diverso dall’indicizzazione per i motori di ricerca, prova alcuni dei passaggi seguenti.

Iscriviti Autenticazione

Se il tuo sito Web prevede l’utilizzo di account utente, l’autenticazione di iscrizione può ridurre il numero di account bot che possono essere registrati.

L’autenticazione della registrazione utilizza un numero di telefono o un indirizzo e-mail allegato all’account per un “codice di verifica” prima che l’utente sia autorizzato a registrarsi. Questo è facile per la maggior parte delle persone, anche se troppi sforzi per il bot del sito dannoso.

Inoltre, consente all’amministratore del sito di sapere che ai nuovi account è associato un indirizzo e-mail o un numero di telefono legittimi: la maggior parte degli account “spam” falsi non.

Utilizzo di Banhammer

Utilizza le funzioni di divieto e rimozione dell’account del tuo sito per eliminare tutti gli account utente vecchi e nuovi che potrebbero essere robot.

Oltre a impedire a nuovi robot di registrarsi al tuo sito Web, devi anche assicurarti di eliminare eventuali vecchi robot o account inattivi che non dovrebbero essere presenti. Saresti sorpreso dalla rapidità con cui gli spambots possono ostruire un sito o un account di social media e finché non navighi in un elenco di utenti, potresti non sapere nemmeno che erano lì.

Incorporazione di Captcha

Il sistema Captcha è stato progettato per bloccare i robot spam con compiti minori complicati che confondono l’invio del bot medio.

Se noti troppi commenti spam attraverso il filtro dei commenti, potrebbe essere il momento di incorporare Captcha nella sezione dei commenti del tuo sito web. Riducerai spambots e commenti quasi istantaneamente, garantito.

Per i siti WordPress, potresti prendere in considerazione l’utilizzo di una soluzione antispam come CleanTalk.

Moderazione dei commenti

Controlla la sezione dei commenti del tuo sito su base regolare. Qui, puoi rimuovere i commenti spam che sono arrivati ​​attraverso i filer di moderazione automatici e di solito vietare questi utenti.

Imposta la moderazione manuale dei commenti se hai seri problemi con i commenti dei robot e lo spamming. In questo modo, ogni commento pubblicato sul sito significa che ricevi una e-mail e devi approvare questi commenti manualmente. La moderazione manuale dei commenti può richiedere del tempo, ma a volte è l’unico modo per garantire che la sezione dei commenti sia completamente priva di bot e spam.

Alterazione di tag  

Un’abbondanza di spam nella casella di posta del tuo sito può significare che i robot si sono agganciati a un tag che lo consente. Il problema si trova di solito in la pagina Informazioni sul sito o si nasconde da qualche parte dentro il modulo di contatto del sito.

Scegli un modulo di contatto che nasconda l’indirizzo e-mail a cui vanno le e-mail. In caso contrario, tutto ciò che un bot deve fare per trovare il giusto indirizzo e-mail è scansionare il codice sorgente in cui l’indirizzo e-mail in testo normale anziché uno script esterno che è più difficile da raggiungere.

Se la tua pagina about elenca il tuo indirizzo e-mail in un formato facilmente identificabile da un bot spam (“[Email protected]“), Cambiarlo in qualcos’altro (” address [at] domain [dot] com “) o per maggiore sicurezza, passare a un modulo di contatto incorporato più sicuro come descritto sopra.

Eliminazione dell’utente inattivo e bot

Proprio come i commenti dovrebbero essere controllati manualmente e regolarmente da un amministratore del sito, l’elenco degli abbonati e-mail e degli utenti inattivi dovrebbe essere controllato e tutto ciò che non dovrebbe essere lì deve essere rimosso. Gli utenti bot che sono riusciti a intrufolarsi attraverso la catena di autenticazione dell’iscrizione sono facili da identificare e rimuovere, anche se è necessario eliminare anche gli account utente inattivi con solo pochi post.

Gli account utente inattivi sono bot o sono a rischio di essere controllati da bot: i robot non creano sempre nuovi account, ma a volte possono anche dirottare quelli vecchi e inattivi per lo stesso uso. 

Conclusione

Spero, implementando sopra, di fermare i cattivi robot sul tuo sito. Se stai utilizzando CMS come WordPress, Joomla, Drupal, ecc., Potresti anche considerare di utilizzare la protezione di sicurezza basata su cloud come SUCURI non solo per bloccare lo spam ma molte altre minacce online.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map