17 Domande e risposte sull’intervista in tempo reale su WildFly (JBoss)

Domande frequenti sulle interviste di amministrazione del server delle applicazioni JBoss (WildFly) con una risposta dal livello principiante a quello esperto.


Nel mio ultimo sondaggio condotto, ho ricevuto molte richieste di argomenti su cui scrivere, e uno degli argomenti frequenti era la preparazione dell’intervista a JBoss.

Potresti anche voler controllare WAS & Apache Interview Q.A.

Quindi, ti sento, eccoti qui.

Prima di saltare al Q.A., a piccola introduzione a JBoss AS.

JBoss / Wildfly ha più di Quota di mercato del 20% nel server delle applicazioni Java.

WildFly è un nuovo nome del server delle applicazioni JBoss a partire dalla versione 8. È stato rinominato il 20 novembre 2014. WildFly è un progetto della comunità e se stai cercando supporto aziendale con funzionalità aggiuntive, allora hai bisogno di Red Hat JBoss Enterprise Application Platform (noto anche come JBoss EAP).

In una riga: WildFly è la versione della community GRATUITA ma JBoss EAP no.

Nota: Se stai cercando di migliorare le competenze in JBoss EAP, puoi fare riferimento a questo libro – Configurazione, implementazione e amministrazione di JBoss EAP

Entriamo in domande / risposte.

1. Qual è la struttura delle directory in JBoss?

Le seguenti directory sono disponibili dopo l’installazione di JBoss.

  • moduli
  • gruppi
  • dominio
  • indipendente, autonomo
  • AppClient
  • bidone
  • docs
  • welcome-contenuti

2. Quali sono i livelli di registrazione disponibili?

Esistono cinque livelli possibili:

  • FATALE
  • ERRORE
  • AVVISARE
  • INFORMAZIONI
  • DEBUG

3. Quale componente è responsabile della gestione del clustering?

Il clustering JBoss è in cima al toolkit di JGroups che aiuta a creare, eliminare, rilevamento dei membri, notifica, ecc. Nel cluster.

4. Come installare JBoss sul server Linux?

L’installazione di JBoss è molto semplice. Devi scaricare la versione desiderata dalla pagina di download ufficiale di JBoss in formato zip o gz.

Una volta scaricato, basta estrarre il file nella posizione che si desidera installare. Se hai scaricato il formato zip, puoi usare il comando unzip per estrarlo.

decomprimere jboss-as-7.1.1.Final.zip

5. Qual è la porta predefinita per accedere alla Console di amministrazione in JBoss 7?

9990 è la porta predefinita. Se è installato server1 quindi è necessario accedere come:

http: // server1: 9990 / admin-console

6. Cosa si deve fare per accedere all’Admin Console?

L’utente deve essere creato in “ManagementRealm” per rendere operativa la console. Per creare l’utente, puoi andare nella cartella bin ed eseguire lo script add-user.sh.

7. Come avviare JBoss in modalità standalone?

Vai alla cartella bin in cui è installato JBoss e inizia con il seguente comando.

./standalone.sh

8. Come aumentare la memoria dell’heap Java in JBoss 7?

La memoria heap può essere aumentata in un rispettivo file di configurazione. Per aumentare la memoria per standalone;

  • Vai alla cartella bin
  • Modifica il file standalone.conf e cerca la riga dell’argomento “JAVA_OPTS =”
  • La configurazione predefinita avrà un minimo di 64 MB e un massimo di 512 MB. È possibile aumentare fino al valore desiderato.

Xms: specifica la dimensione minima dell’heap
Xmx: specifica la dimensione heap massima

In modo simile, è possibile regolare la memoria per un dominio nel file domain.conf

9. Qual è la differenza tra modalità standalone e modalità dominio?

Indipendente, autonomo la modalità è un singolo processo JVM in cui ogni server JBoss ha la sua configurazione. Se hai solo bisogno di una JVM o di un ambiente di sviluppo, il sistema autonomo sarebbe perfetto.

Dominio la modalità può avere più server in cui tutta la configurazione è gestita centralizzata e spesso utilizzata nell’ambiente di produzione.

10. È possibile creare un cluster in modalità autonoma?

Sì, il clustering è possibile in modalità autonoma. Tuttavia, un’applicazione deve essere distribuita su ciascun server / JVM in modalità autonoma.

11. Qual è la differenza tra e ?

<validate-on-partita> convalida ogni volta la connessione al database e, se una connessione non è valida, scriverà un avviso nei registri.

La configurazione di “validate-on-match” può comportare un carico leggermente elevato nel database in quanto può creare molte richieste.

<background-convalida> convalidare periodicamente la connessione in base alla frequenza configurata per “background-validation-millis”. La configurazione predefinita è impostata su zero significa disabilitato.

Se la “convalida in background” è impostata su true, verranno create meno connessioni al database e gli effetti collaterali non verrebbero rilevati immediatamente in caso di connessioni morte.

12. Quale modulo necessario per integrare Apache con JBoss?

Esistono due moduli che è possibile utilizzare per connettere JBoss con Apache.

  1. mod_proxy
  2. mod_jk

13. Quali sono i tipi di file che è possibile distribuire in JBoss?

È possibile distribuire quasi ogni tipo di applicazione Java / J2EE e supporta il seguente formato di file.

  • WAR – Archivio delle applicazioni Web
  • SAR – Archivio servizi
  • JAR – Archivio Java
  • EAR – Archivio applicazioni aziendali

14. Come è possibile distribuire un’applicazione?

Esistono tre modi possibili per distribuire un’applicazione nel server delle applicazioni JBoss.

  1. Admin Console: è possibile distribuire i file dell’applicazione necessari tramite la console di amministrazione.
  2. Distribuzione automatica: sfrutta lo scanner di distribuzione del file system per distribuire automaticamente i file dalla cartella delle distribuzioni.
  3. Automazione: utilizzare lo strumento di automazione / formica / scripting per distribuire un’applicazione.

15. Quale tipo di file marker è richiesto per istruire JBoss alla distribuzione?

.il suffisso del file dodeploy è necessario per JBoss per distribuire o ridistribuire un’applicazione. Ad esempio:

myfirstapplication.war.dpdeploy

16. Quali sono i tipi importanti disponibili per la distribuzione di file marker?

  • .dodeploy: indica di distribuire
  • .distribuito: indica che il file è distribuito
  • .in sospeso: la distribuzione è ancora in sospeso
  • .non implementato: conferma che l’applicazione non è stata implementata
  • .fallito – la distribuzione non è riuscita per qualche motivo
  • .skipdeploy: indica a JBoss di ignorare i file per la distribuzione automatica

17. Cosa contiene mgmt-user.properties?

Tutti gli utenti della console di amministrazione e la password (crittografata) sono memorizzati nel file mgmt.-user.properties.

Spero sopra di darti un’idea del tipo di domande poste nell’intervista e ti auguro in bocca al lupo.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map